Ispirazione e patria

La scena artistica internazionale celebra il talento del sudafricano Nelson Makamo. I suoi sconcertanti dipinti si trovano nei principali musei e presso rinomati collezionisti. Grazie alla Porsche 911 ha realizzato il sogno di una vita e creato un’opera d’arte ricca di significato

   

«Ogni incontro ci influenza» Nelson Makamo
Spirito curioso:

Spirito curioso:

a Johannesburg i bambini incontrano l’opera artistica di Nelson Makamo in modo ludico. La bellezza del primo incontro è al centro di molti suoi lavori

Il viaggio alle radici della poetica espressione artistica di Nelson Makamo porta a Modimolle, nella provincia del Limpopo. La township si estende ai piedi del massiccio del Waterberg, nel Sudafrica settentrionale. Makamo è nato qui nel 1982. L’uomo si siede pieno di aspettative al volante della nuova Porsche 911 Carrera muovendola con cautela sulla strada sterrata. 

A breve Makamo raggiungerà la sua casa e potrà abbracciare la madre. «Voglio che sia la prima a sedersi sul sedile del passeggero». In fondo è stata proprio lei, Emily Mapula Maoto, a riconoscere il talento del figlio fin da piccolo. Gli ha comprato il necessario per dipingere e lo ha sostenuto, nei limiti delle modeste possibilità familiari. 

«I bambini devono capire che i loro sogni si possono realizzare» Nelson Makamo


Makamo ha potuto studiare grafica al rinomato Artist Proof Studio di Johannesburg, a 200 chilometri più a sud. Ha trovato un suo stile. Alle prime mostre regionali sono seguite esposizioni internazionali in Europa e negli Stati Uniti. Le sue opere sono state acquistate da personalità di spicco come Oprah Winfrey, Annie Lennox o Giorgio Armani. Nel 2019 ha creato un commovente dipinto per la copertina della rivista Time. Il numero ha come titolo «The Art of Optimism – L’arte dell’ottimismo» – e mostra Mapule Maoto, la cugina dell’artista che all’epoca aveva undici anni. Lo sguardo della bambina cattura subito l’attenzione di chi l’osserva, gli occhi sono circondati da un paio di occhiali stilizzati, simbolo universale di intelligenza.

Intenso:

Intenso:

nel motivo di copertina della rivista «Time» gli occhiali stilizzati simboleggiano l’intelligenza infantile

Per lungo tempo le opere di Makamo hanno avuto come soggetto dei bambini. Crede fermamente che alla nascita ogni essere umano abbia tutte le caratteristiche del genio. Solamente il loro sviluppo è condizionato dall’ambiente in cui crescono. «Più tardi, nella vita di tutti i giorni, a volte dimentichiamo quale miracolo rappresentino gli esseri umani», spiega. «I bambini lo scoprono senza preconcetti, senza essere prevenuti». Quando Makamo li ritrae non cerca di raffigurarli in modo naturalistico. Vuole catturare la bellezza dell’attimo in cui inizia un incontro. A rendere famoso Makamo sono stati i visi dei bambini con gli occhiali. Ma i suoi modelli reali sono cresciuti e anche l’artista, esattamente come loro, si è evoluto. Ciò che rimane è il suo modo intenso di osservare la gente e la sua spontaneità. Non pianifica mai i suoi dipinti. E così riesce a trasportare l’emotività in modo autentico.

Il passaggio della 911 attira su di sé gli sguardi dei passanti, non solo a Modimolle. Il rombo, l’esclusività e, in più, l’arte. Nella parte posteriore, infatti, sono allegramente allineate delle figure colorate. Makamo le ha realizzate appositamente per il suo nuovo gioiellino. «Vogliono dare il benvenuto a chiunque mi segua e dire che: la vita è bella!», aggiunge. «La vita è un viaggio – e le persone rappresentano la vita».

In fretta:

In fretta:

il primo viaggio di Makamo a bordo della sua Porsche 911 dal design artistico lo ha condotto a Modimolle, la sua città natale situata nella provincia del Limpopo

L’artista si è innamorato delle linee della 911 da bambino. «Lo sapevo già allora: se mai potrò permettermi un’auto sportiva, sarà sicuramente una Porsche». Ovvero adesso. Il suo ordine è cresciuto ben oltre le opzioni del costruttore. Per Makamo la vettura dei sogni è diventata la tela più preziosa su cui abbia mai appoggiato i suoi pennelli. Quando la Carrera è arrivata a Johannesburg, l’artista ha fatto smontare alcune parti precedentemente scelte per poterle decorare nel suo atelier. I componenti dipinti visibili dall’esterno sono il diffusore posteriore e gli specchietti retrovisori laterali. All’interno ha dipinto gli schienali dei sedili in grande formato e ha messo delle opere d’arte nel cruscotto, nella console centrale e nelle portiere. L’idea originale era di raffigurare alcune stazioni della sua vita, ma l’ha scartata subito. Quando ha festeggiato con la madre il suo compleanno a Modimolle si è reso conto che, quand’è in viaggio, ciò che vuole avere con sé sono le persone più importanti per lui. Per Makamo, dunque, le figure disegnate rappresentano persone concrete. Ma nella loro astrazione simboleggiano tutti gli esseri umani. Ognuno deve potersi riconoscere in loro.

«Mentre dipingevo ho trascorso molto tempo con le varie parti, mi sono avvicinato a loro. Questo ha creato un amore ancora più grande per la macchina». Quando l’auto rimontata è stata svelata è stato uno dei momenti più belli della sua vita. «Un’esperienza emozionante che il denaro non può comprare».

Firmate:

Firmate:

Makamo ha dipinto le parti dell’auto nel suo atelier di Johannesburg e ha integrato le impronte digitali di tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione della sua opera d’arte
Intuitive:

Intuitive:

l’emotività trasmessa dalle figure di Makamo deriva da un processo di creazione istintivo

Per l’artista era chiaro fin dall’inizio che il primo giro al volante della sua nuova opera d’arte avrebbe avuto come meta Modimolle. Per buoni motivi: «Non devo dimostrare il mio successo né a mia madre né a chicchessia. Ma voglio far vedere a tutti quanto mi abbiano ispirato le mie origini. La township mi conosce e io la porto dentro di me. Con questa astronave di macchina voglio far vedere ai bambini qualcosa di bello. Voglio che sappiano che anch’io sono una parte di loro e che capiscano che anche i loro sogni hanno il diritto e la possibilità di realizzarsi». «My Life in Motion – La mia vita in movimento», così Makamo chiama il suo progetto 911. Porsche accompagna il processo artistico con il sottotitolo Paint your Passion – Dipingi la tua passione.

«La vita è un viaggio – e le persone rappresentano la vita» Nelson Makamo
Arrivato:

Arrivato:

Makamo è di casa sia nella township che nella scena artistica internazionale

Makamo non vuole affatto affermare che tutto è facile, basta volerlo. «Picasso, van Gogh, atleti di successo o musicisti famosi: tutti loro hanno dovuto lottare e spesso hanno avuto momenti difficili. Voglio motivare i bambini a imparare e a lavorare su se stessi». Non solo a scuola. Anche nella vita e con la propria curiosità. «Ogni nuovo incontro ci influenza, anche solo in minima parte. Sono le nostre differenze a renderci interessanti l’un per l’altro».

Per Nelson Makamo la casa è il luogo in cui si ha la libertà di sviluppare la propria individualità. È cresciuto così. «La persona da cui ho imparato di più è mia madre. Ha un grande cuore, non mi ha mai giudicato, mi ha insegnato il valore dell’apprezzamento». In un certo senso Emily Mapula Maoto è a bordo dell’opera d’arte mobile del figlio prima ancora di salirci: quando Makamo apre la portiera a Modimolle, sul telaio diventa visibile la parola «Mma», «mamma» in sepedi, una delle undici lingue ufficiali del Sudafrica e la voce della sua patria.

Heike Hientzsch
Heike Hientzsch

Dati sui consumi

911 Carrera

WLTP*
  • 10,8 – 10,3 l/100 km
  • 245 – 233 g/km

911 Carrera

Dati sui consumi
consumo carburante combinato (WLTP) 10,8 – 10,3 l/100 km
emissioni CO₂ combinato (WLTP) 245 – 233 g/km
NEFZ*
  • 9,4 l/100 km
  • 215 g/km

911 Carrera

Dati sui consumi
consumo carburante combinato (NEDC) 9,4 l/100 km
emissioni CO₂ combinato (NEDC) 215 g/km